Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Equipollenza titoli

 

Equipollenza titoli

I titoli di studio stranieri non sono automaticamente riconosciuti in Italia.

Affinché le Autorità italiane competenti li possano valutare ed equiparare a quelli italiani (ossia dichiararli “equipollenti”), è necessario che siano muniti di dichiarazione di valore.

L’Ambasciata d’Italia a Yaoundé rilascia le dichiarazioni di valore relative a documenti scolastici e/o diplomi conseguiti nei sistemi scolastici e universitari dei quattro paesi per i quali è competente (Camerun, Ciad, Guinea Equatoriale e Repubblica Centrafricana).

Coloro che necessitano del rilascio di una dichiarazione di valore dei titoli di studio conseguiti in uno dei quattro Paesi succitati, devono contattare l’Ufficio diplomi/studenti/culturale all’indirizzo culturale.yaounde@esteri.it, che fornirà la lista dei documenti da presentare e fisserà un appuntamento per la presentazione della documentazione.

 

Si attira l’attenzione sul fatto che la dichiarazione di valore potrà essere rilasciata a queste condizioni:

a) che i titoli e/o i documenti scolastici o accademici siano stati conseguiti presso Istituti pubblici, oppure privati ufficialmente riconosciuti;

b) che tali titoli e/o documenti siano stati certificati come autentici dalle competenti autorità locali: a tale proposito si sottolinea che la verifica di autenticità dei titoli universitari richiede dei tempi di attesa non quantificabili, ma sempre notevolmente lunghi.

 

Si rammenta infine che un documento assimilabile alla dichiarazione di valore (“attestato di comparabilità” o “diploma supplement”) può ugualmente essere richiesto a questi Enti:

http://www.cimea.it/it/servizi/procedure-di-riconoscimento-dei-titoli/procedure-di-riconoscimento-dei-titoli-overview.aspx

https://www.enic-naric.net/

 

I titoli scolastici ottenuti all’estero, una volta dichiarati dalle autorità competenti italiane equipollenti ai titoli italiani di corrispondente valore (terza media, diploma di scuola media superiore o laurea), hanno in Italia valore legale; questo significa, ad esempio, che la persona in possesso della cittadinanza italiana ha diritto a partecipare ai concorsi banditi dalla Pubblica Amministrazione italiana.


54