Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

COVID-19 (Coronavirus): Nuove disposizioni delle Autorità italiane

Data:

10/03/2020


COVID-19 (Coronavirus): Nuove disposizioni delle Autorità italiane

In riferimento al COVID-19 (Coronavirus), si prega di attenersi scrupolosamente alle indicazioni pubblicate dalle Autorità italiane e locali in materia.

In data 9 marzo 2020 il Presidente del Consiglio ha firmato un nuovo DPCM recante misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19. Il provvedimento estende le misure di cui all'art. 1 del DPCM 8 marzo 2020 a tutto il territorio nazionale. Tali disposizioni producono effetto dalla data del 10 marzo 2020 e sono efficaci fino al 3 aprile 2020.

In virtu’ di tali provvedimenti, in tutto il territorio italiano:

• sono limitati gli spostamenti, salvo per motivi di urgenza debitamente giustificati (ritorno al luogo di residenza, motivi professionali o di salute): a questo link il modulo di autodichiarazione per gli spostamenti;

• sono sospesi tutti gli eventi che implichino raggruppamenti di persone;

• resteranno chiusi musei, palestre, cinema e tutte le attività scolastiche. I centri commerciali dovranno adottare misure preventive e rimanere chiusi nei fine settimana;

• i bar e i ristoranti potranno rimanere aperti dalle 06.00 alle 18.00 solo se in grado di garantire una distanza minima tra le persone di almeno un metro.

In relazione a tale ultimo decreto, si precisa quanto segue:

- le limitazioni introdotte non vietano gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro. Salvo che siano soggetti a quarantena o che siano risultati positivi al virus, i transfrontalieri potranno quindi entrare e uscire dai territori interessati per raggiungere il posto di lavoro e tornare a casa. Gli interessati potranno comprovare il motivo lavorativo dello spostamento con qualsiasi mezzo, inclusa una dichiarazione che potrà essere resa alle forze di polizia in caso di eventuali controlli;

- le merci possono entrare ed uscire dai territori interessati. Il trasporto delle merci è considerato come un'esigenza lavorativa: il personale che conduce i mezzi di trasporto può quindi entrare e uscire dai territori interessati e spostarsi all'interno degli stessi, limitatamente alle esigenze di consegna o prelievo delle merci.

Tutte le misure e loro aggiornamenti sono disponibili sul sito della Protezione civile, a questa pagina.

Ulteriori informazioni aggiornate in tempo reale su chi viaggia da e per l’Italia sono disponibili sul sito “Viaggiare Sicuri” della Farnesina, dove è anche pubblicato un focus speciale sul coronavirus.

Consigli per i viaggiatori e protocolli ufficiali italiani sono disponibili a questa pagina del Ministero della Salute.


346